Ci sono ancora molte domande in sospeso sulla sanificazione: chi deve farla? Cos’è nello specifico la sanificazione, come si svolge e a cosa serve? Quali è obbligatoria e quando non lo è? Come procedere con la sanificazione contro il covid 19? Come sanificare l’auto, i condizionatori, i mezzi pubblici, i negozi?

Dipendentemente dal vostro lavoro o dalla vostra curiosità per proteggere voi stessi e le persone che vi stanno intorno, queste sono le domande principali trovate sul web e poste a noi di Mast e RENTACS da quando la pandemia di Coronavirus ha iniziato a diffondersi in Italia.

Abbiamo cercato di rispondere ad alcune di queste domande negli scorsi articoli pubblicati sul nostro sito, che potete trovare anche sulla nostra pagina di LinkedIn. Tuttavia, ci rendiamo conto che la confusione sia ancora molta e che, nonostante la situazione possa sembrare tornata alla normalità in alcune regioni, non c’è niente di normale nel dover girare con una mascherina o con un gel disinfettante sempre a portata di mano.

Come si sanifica in maniera corretta?

Sanificare in maniera corretta non deve essere una pratica rivolta solo a studi medici, ospedali e luoghi dove si recano pazienti affetti da varie patologie, ma dovrebbe essere un modo per abbattere nella migliore maniera possibile virus e batteri di ogni genere. I virus e i batteri sono immaginati come degli esseri microscopici invisibili che si annidano nei luoghi dove lo sporco è visibile, in realtà si possono trovare ovunque, dato che la pulizia è solo il primo step per un ambiente realmente salubre. La pulizia con sgrassatori o con ozono o vapore non sono metodi di sanificazione certificati.

I nostri interventi sono eseguiti con apparecchiature per la nebulizzazione di perossido di idrogeno, che non rovina nessun materiale presente e agisce in circa 15 minuti, osservando tutti i protocolli adatti alle tipologie di contaminazione. Il fatto che questo metodo detto “NO TOUCH” sia certificato, sicuro, rapido e che non danneggi quanto presente nell’ambiente, fa sì che non solo si possa rendere salubre l’area una volta, ma la si possa sanificare in maniera costante, a più riprese. Questo farà sì che l’ambiente rimanga costantemente sanificato, andando a prevenire la formazione di virus e batteri di ogni genere.

Riteniamo opportuno sottolineare che sia sempre meglio effettuare la sanificazione ambientale non solo in modo straordinario, ma come un’attività ordinaria, come consigliato anche dalle attuali leggi. Quindi, non esiste un momento corretto per effettuare la sanificazione, l’importante è che essa sia costante nel tempo.

Gli ambienti in cui riteniamo sia necessario sanificare

Noi di Mast consigliamo di sanificare qualsiasi ambiente che abbia una esposizione di passaggio o di permanenza di pubblico, dal settore alberghiero a quello ospedaliero.

Anche i luoghi in cui ci si sente più “sicuri” devono essere presi in considerazione, in quanto perfino negli uffici con pochi impiegati i virus, i batteri, le muffe e i funghi si annidano incontrollati.

É fondamentale sanificare periodicamente anche in luoghi come palestre e piscine, caratterizzate da ambienti dall’alto grado di umidità (il vapore e l’umidità contribuiscono alla formazione di muffe e funghi), ma anche luoghi di passaggio come supermercati, outlet, grandi magazzini.

Come sanificare automobili e condizionatori

Una delle domande che ci state ponendo più frequentemente riguarda anche i luoghi e gli strumenti “casalinghi”, dalle auto ai condizionatori. Per le auto, a differenza dei mezzi pubblici, vi possiamo consigliare di procedere con una profonda igienizzazione, usando mascherina, guanti e prodotti certificati. Questo procedimento consiste nella pulizia con sostanze in grado di rimuovere o ridurre gli agenti patogeni sulle superfici.

Per quanto riguarda i condizionatori casalinghi, detti anche climatizzatori, vi consigliamo di pulire costantemente i filtri, arieggiare le stanze, utilizzare prodotti per la pulizia. Per quelli di uffici, alberghi e luoghi aperti al pubblico, invece, la situazione è sicuramente più complessa, infatti, è necessaria una sanificazione per evitare non solo il covid 19, ma anche altre sgradevoli sorprese come per esempio la diffusione della legionella. Potete leggere qui maggiori informazioni in merito, oppure contattarci tramite i contatti che trovate sul nostro sito.